CLICCA QUI

 
   
 

COME ARRIVARE IN VALLE CAMONICA

La Vallecamonica
 
 
 
       

 

CLICCA QUI !!
 
 
 
 
 

Vallecamonica  |  Località Turistiche   |  Iseo

 

 
 

ISEO

 
 
   
 
 
 
La cittadina di Iseo ( altitudine m 198 ab. 8355), affacciata sull'omonimo lago, sviluppò nell' 800 una vivace attività turistica mercantile, ma subisce oggi l'attrazione del polo economico bresciano, accentuando la propria funzione residenziale.

Iseo nel sec. IX dipendeva dal monastero bresciano di S.Salvatore; nel '200 passò agli Olofredi e nel 1835 divenne capoluogo di una delle 18 "quadre" in cui era diviso il territorio bresciano. Il nucleo centrale dell'abitato di Iseo, anche se modificato nell' 800 dalle aperture sul lungolago, mostra ancora l'assetto urbanistico medievale, con il "castellum" a sud-est su un modesto colle, la pieve a nord-est e il mercato, affacciato a lago con il porto.

Il reticolo viario si articola intorno a tre piazze centrali: piazza Gabriele Rosa aperta nel 1888 per collegare la ferrovia col porto; piazza Garibaldi, luogo di mercato, e piazza Statuto. Da piazza Garibaldi parte via Mirolte al cui inizio, a sinistra, è la chiesa di S.Maria del Mercato, costruita nel 1360 per volontà di Giacomo da Iseo e rimaneggiata nel sec. XVI, che contiene affreschi di varie epoche.
Via Mirolte prosegue fino al castello degli Olofredi, costruito nel '300, oggi sede della biblioteca comunale. Via Pieve conduce a piazza del Sagrato ove spicca la pieve di S.Andrea, sorta nel sec.V, ma rifatto dopo il 1150 secondo i modelli cluniacensi.
 
 
 
 

 

 

L'alto campanile in pietra calcarea con angolari in maiolica è inserito nella facciata e incorpora il portale maggiore. Sulla destra è la gotica arca tombale di Giacomo Olofredi, morto nel 1325.

L'interno trasformato da Rodolfo Vantini tra il 1826 e il 1840, secondo canoni neoclassici, ospita affreschi di Angelo. Sulla stessa piazza sono la chiesa di S. Giovanni Battista, sorta nel '700 al posto di un battistero demolito nel 1569, e l'ex oratorio dei Disciplini, anch'esso del '700, che ingloba l'abside di una precedente chiesa romanica, al cui interno è stata rinvenuta una Danza macabra affrescata nel 1485.
Da Iseo si diparte verso sud-ovest, la strada per 3,4 km, Provaglio d'Iseo (m 23, ab. 5463), dove sorge il monastero di S.Pietro in Lamosa, fondato dai Cluniacensi nel 1803. Rimangono un chiostro, alcuni edifici e la chiesa romanica del sec. XI-XII, con campanile coevo; all'interno, la navatella sinistra è della fine del sec XI, mentre la navata è stata rifatta nel '400 e conserva un rilievo sepolcrale romano e affreschi deteriorati dei sec. XIII-XVI.
Dal monastero è visibile la sottostante torbiera del Sebino, zona umida separata dal lago da un sottile cordone morenico. Sfruttata nella seconda metà dell'800 per estrarne la torba impiegata dalle ferriere bresciane, è oggi un biotopo di 324 ettari, protetto dalla Regione Lombardia, dove trovano rifugio numerosi uccelli acquatici. 

     

Foto Marta Appolonia

 
 
 
 

 
 
 
 
 
       
 
       
       
   
 
    Scopri la Vallecamonica  |  Estate  | Inverno  | Strutture Ricettive  | Aziende on line  
    SiteMap | Cerca nel sitoPubblicità su Vallecamonica.info  |  Note Legali  | Home  
       
    note legali